Biografia - Stephan Schmidheiny

Biografia

Introduzione Biografia

Stephan Schmidheiny è un imprenditore e un pioniere che ha scritto la storia dell’industria moderna. Nel 1976, dopo aver preso in mano le sorti dell’azienda di famiglia, il gruppo Eternit svizzero, promuove l’abbandono della lavorazione dell’amianto. Atto giudicato allora pionieristico a livello mondiale. Successivamente svolge un ruolo fondamentale nel salvataggio dell’industria orologiera svizzera e crea in America del Sud un proprio gruppo industriale. Stephan Schmidheiny è stato consulente ONU e OCSE, ha fondato il World Business Council for Sustainable Development e sostenuto numerose organizzazioni per la promozione della sostenibilità. In qualità di filantropo, autore e inventore del termine “eco-efficienza” ha impresso una spinta fondamentale al dibattito mondiale sullo sviluppo sostenibile in campo economico, sociale ed ecologico.

Processo Eternit

A dicembre iniziano in Italia le prime udienze nell’ambito del “processo Eternit“. Nel novembre 2014 la Corte di Cassazione proscioglie Schmidheiny da tutte le accuse

Becon

Quando Stephan Schmidheiny si ritira dal mondo degli affari incarica la Becon AG di occuparsi dei fascicoli riguardanti l’amianto dell’ex gruppo Eternit svizzero SEG

Wild-Leitz

Rileva Wild-Leitz; nel 1990 segue la fusione con Cambridge Instruments, diventando Leica

Gruppo Eternit svizzero

Avvio della vendita di tutte le partecipazioni del gruppo Eternit svizzero; il processo termina alla fine degli Anni ottanta. Le partecipazioni sono vendute insieme ai diritti e ai doveri ai successori legali

Nestlé

Viene eletto nel Consiglio d’Amministrazione di Nestlé; si dimette nel 2003

ABB

Annuncio dell’unione della BBC svizzera con l’Asea svedese. Il consigliere d’amministrazione Stephan Schmidheiny è considerato una delle forze motrici di questa fusione lungimirante

Landis & Gyr

Viene eletto nel Consiglio d’Amministrazione; nel 1987 assume la maggioranza azionaria della holding Landis & Gyr; nel 1995 vende le azioni Landis & Gyr a Elektrowatt; si dimette dal Consiglio d’Amministrazione nel 1996

SMH

Rileva il gruppo SMH (in seguito gruppo Swatch) in una joint venture con Nicolas Hayek per salvare l’industria orologiera svizzera; rimane membro del Consiglio d’Amministrazione dal 1986 al 1994

Divisione ereditaria di Max Schmidheiny

Thomas Schmidheiny riceve il gruppo Holderbank (oggi LafargeHolcim), Stephan Schmidheiny il gruppo Eternit svizzero SEG