Biografia - Stephan Schmidheiny

Biografia

Introduzione Biografia

Stephan Schmidheiny è un imprenditore e un pioniere che ha scritto la storia dell’industria moderna. Nel 1976, dopo aver preso in mano le sorti dell’azienda di famiglia, il gruppo Eternit svizzero, promuove l’abbandono della lavorazione dell’amianto. Atto giudicato allora pionieristico a livello mondiale. Successivamente svolge un ruolo fondamentale nel salvataggio dell’industria orologiera svizzera e crea in America del Sud un proprio gruppo industriale. Stephan Schmidheiny è stato consulente ONU e OCSE, ha fondato il World Business Council for Sustainable Development e sostenuto numerose organizzazioni per la promozione della sostenibilità. In qualità di filantropo, autore e inventore del termine “eco-efficienza” ha impresso una spinta fondamentale al dibattito mondiale sullo sviluppo sostenibile in campo economico, sociale ed ecologico.

Peterson Institute for International Economics

Eletto nel Consiglio d’Amministrazione del Peterson Institute for International Economics; dal 2001 membro della Direzione; si dimette nel 2003

Latin American Center for Competitiveness and Sustainable Development

Istituisce il Latin American Center for Competitiveness and Sustainable Development presso l’INCAE Business School di Costa Rica

Alliance for Global Sustainability

Crea l’Alleanza per la sostenibilità globale, una partnership tra le quattro università leader della tecnologia; carica di presidente dell’Advisory Board internazionale dal 1996 al 2001

World Resources Institute

Elezione al Board del World Resources Institute (WRI), Washington; si dimette nel 2001

IMD

Viene eletto presidente dell’International Management Institute IMI di Ginevra; nel 1989 avviene la fusione tra IMI e IMEDE che diventeranno International Institute for Management Development IMD con sede a Losanna, Svizzera; nel 1990 istituisce la cattedra Stephan Schmidheiny Chair of Entrepreneurship and Finance; si dimette dal Consiglio di fondazione dell’IMD nel 1992